whatsapp.png
  • Facebook
  • YouTube
  • Instagram

BLEFAROPLASTICA

SERVIZIO DI CONSULENZA

ONLINE

whatsapp.png

contattami direttamente su whatsapp

 

1. INTRODUZIONE

Con il termine di Blefaroplastica si intende un intervento chirurgico che ha come finalità quella di correggere alterazioni morfo-strutturali delle palpebre.

Può avere finalità estetiche ma anche ricostruttive. Esistono infatti molte alterazioni di forma e funzione delle palpebre che vengono corrette attraverso questa procedura. Ptosi palpebrale ed ectropion ne sono due esempi.

In questo capitolo proverò a fare chiarezza su questa procedura .

in breve

Degenza: Day Hospital

Procedura: 60-90 minuti

Anestesia: locale o

                   sedazione

Medicazione: cerotti

 

2.  BLEFAROPLASTICA SUPERIORE

La Blefaroplastica superiore è una procedura chirurgica che ha come obiettivo principale il ringiovanimento della palpebra superiore. Durante questa procedura si procede alla rimozione degli eccessi di pelle presenti a questo livello, e se necessario, vengono rimossi gli eccessi adiposi palpebrali. Esistono infatti delle vere e proprie borse di grasso, ovvero degli accumuli di tessuto adiposo che con il passare degli anni tendono a superficializzarsi donando all'occhio un aspetto stanco. Queste 3 borse, mediale, intermedia e laterale, sono localizzate al di sotto del muscolo orbicolare.

Va detto che, rispetto a qualche anno fa, la tecnica è evoluta. Si tende infatti a preservare parte di questa struttura in modo da evitare come in passato di "svuotare" eccessivamente la regione.

 

3. BLEFAROPLASTICA INFERIORE

La Blefaroplastica inferiore è una procedura chirurgica che permette di correggere alterazioni a carico della palpebra inferiore.

Come per la superiore, è possibile rimuovere gli eccessi di pelle e di borse adipose. E' inoltre possibile andare a ridurre il solco lacrimale, ovvero il solco che si forma nella parte bassa delle occhiaie. Con questa procedura si ottiene un importante ringiovanimento dell'occhio.

E' inoltre possibile, se richiesto dalla paziente, associare questa procedura ad una cantoplastica, ovvero sollevare di qualche millimetro l'angolatura dell'occhio in modo da avere uno sguardo più accattivante. 

 

4. PREPARAZIONE ALL'INTERVENTO

Per potersi sottoporre all’intervento è necessario eseguire delle analisi preoperatorie.

Oltre agli esami di routine, è fondamentale che il paziente effettui una visita oculistica con valutazione del campo visivo.

Il paziente si ricovera quindi il giorno della procedura a  digiuno da solidi e liquidi da almeno 9-12 ore. 

Una volta in clinica, viene compilata una cartella clinica e verranno firmati i consensi informati con tutte le informazioni sulla procedura.

In reparto, il chirurgo incontra nuovamente la paziente, esegue delle fotografie preoperatorie e si procede quindi ai disegni preoperatori.

 

5. INTERVENTO CHIRURGICO

 In sede preoperatoria il paziente incontra nuovamente l'anestesista con cui discuterà i dettagli della procedura.

A questo punto si entra in sala operatoria. Nella mia equipe abbiamo deciso di eseguire queste procedure solo in sale operatorie avanzate per poter offrire ai nostri pazienti un servizio di eccellenza.

La procedura viene eseguita in Anestesia Locale o in Sedazione.

L’intervento può avere una durata variabile, in media 60-90 minuti.

Le cicatrici, nel caso di Blefaroplastica superiore saranno posizionate lungo la piega palpebrale superiore e sono pressochè impercettibili.

Nella Blefaroplastica inferiore possono essere posizionate al di sotto delle ciglia o sul versante interno della palpebra. 

In entrambi i casi già dopo 10-15 giorni diventano poco visibili.

I punti di sutura vengono rimossi dopo 5-6 giorni.

Di norma il paziente resta in osservazione nelle prime ore per poi tornare a casa. Per procedure più complesse può essere previsto il pernottamento.

 

6. POSTOPERATORIO

 Si resta in osservazione in clinica nelle prime ore dopo il trattamento. Nel caso di procedure eseguite in Anestesia Locale il paziente di norma rientra al proprio domicilio dopo circa 2-3 ore. Nel caso invece di procedure eseguite in sedazione c'è la possibilità di restare in osservazione in Clinica la prima notte per poi tornare a casa il giorno successivo.

Nelle prime ore dopo la procedura si applica del ghiaccio sulla zona trattata che serve a ridurre la formazione di lividi e ridurre il gonfiore.

Nelle prime 24 ore postoperatorie verranno somministrati farmaci antidolorifici blandi ed antibiotici che saranno poi prescritti anche in dimissione per almeno 5-6 giorni

Dopo circa 7 giorni vengono rimossi i punti.

Verrano eseguiti controlli periodici ambulatoriali a distanza di 3,7,14, 21 giorni dall’intervento.

 

7. COSA FARE E COSA EVITARE

Dopo una Blefaroplastica, è preferibile osservare riposo per almeno 7 giorni ed astensione dalle attività lavorative e sportive per almeno 15-20 giorni.

E' fondamentale evitare l'esposizione diretta ai raggi solari nelle prime settimane. Consigliamo sempre ai pazienti di indossare degli occhiali da sole protettivi ed applicare una protezione solare.

 

8. RISCHI E COMPLICANZE

Le complicanze dopo Blefaroplastica sono alquanto rare.

Le più comuni possono essere:

  • Sanguinamenti: possono avvenire nelle prime 12-24 ore dall’intervento. Il drenaggio aiuta nella diagnosi precoce e nell’eventuale revisione chirurgica

  • Ectropion: si tratta di una complicanza rara dopo blefaroplastica inferiore che consiste nell'eversione della palpebra inferiore. Può manifestarsi nelle prime settimane dopo l'intervento e normalmente tende a risolversi spontaneamente. Nei casi più gravi può essere corretta in Anestesia Locale. 

 

brochure

consenso

informato

IL CHIRURGO RISPONDE

"Where do your Personal Training sessions take place?"


I train my clients out of a small, quiet gym in Andover, Hampshire. The gym features from free parking, changing facilities, free weights and resitiance machines, cardiovascular machines, a fitness studio aswell as an outdoor training area. No gym memberhsip is required to train with me. however if you wish to use the gym outside of our PT sessions then a membership is required.




"Do you offer diet plans"


As a trainer I do offer nutrional support to my clients. However I do not sell cookie cutter "meal plans". As a fitness professional I put my clients health first. Knowing that "diet plans" often do more harm than good. Especially when they are "prescribed" by trainers and not qualified dietitians. There are a number of different methods I use to help my clients eat towards their goals. The method iIchoose completely depends on what I believe is best for them.




"What type of people do you train?"


I work with a very mixed bunch of individuals, all with different goals, abilities and obstacles. I only train people that I know I can help. I never sign clients up "for the money". When you hire me as your trainer, your goals become my goals and I will dedicate everything to getting you there. All that I ask from you is to be honest with me, turn up and apply yourself. After all I can only help those that are willing to accept help.




"How long do I have to sign up for?"


This completely depends on your goals, starting point and obstacles. Everyone progresses at different rates for numerous reasons. I encourage clients to accept these factors and be realistic. I am a trainer and not a magicician. It is my goal to get my clients to their goals as qucikly and efficiently as possible without sacrificing health. Health and Fitness is a way of life and not a race.





CASERTA

NAPOLI

ROMA

MILANO

contatti

380/5089404

campus.jpg
SIMBOLO E SCRITTA_edited.png
imc logo.png
logo-aicpe.png
gmc_.png
logo data medica.jpeg